Vai ai contenuti

COMUNITÀ MONTANA

Amministrazione trasparente

SERVIZI

COMUNICAZIONE

EVENTI

Link

Saluto del Presidente

"... che cos'è che caratterizza la valle Stura?
È semplicemente bella! Con paesaggi vari dalle porte di Borgo fino al Colle, con spazi vasti ed orizzonti continuamente in mutazione.
... e poi, la valle Stura, è una strada.
È la "routo", la via storica di Provenza con la ricchezza che i traffici, i rapporti con altre culture hanno arrecato. È una valle aperta, anche ricca di contraddizioni ma viva, non è museo né cimitero. Lo stesso ecomuseo della pastorizia ne è un esempio: la pastorizia esiste ancora, viene pienamente valorizzata, sta nascendo un caseificio, si commercia la carne delle pecore, si fa gastronomia, altro che museo... è vita. Questo è l'esempio "emblematico", ma c'è il caseificio, l'artigianato vivo e vitale, ristoranti splendidi per la sincerità dei loro menu.
Ci sono il Forte di Vinadio ed i maltrattati portici di Demonte, le borgate alte di Ferriere, San Bernolfo, Neraissa... gli affreschi di Rittana, le chiese ed i loro tesori, Sant'Anna di Vinadio... l'elenco è troppo lungo per continuarlo: quale valle ha di più?
... e poi è una comunità.
Stiamo lavorando da anni per valorizzare la nostra cultura, qui l'Occitania non è mito ma sta diventando a poco a poco realtà nelle musiche, nei canti, nelle scuole, nell'orgoglio che sta risorgendo nell'appartenere a questa terra alpina.
... perché venire in valle Stura?
In estate la valle è bella, di una bellezza piena, rigogliosa, senza i colori sfumati dell'autunno, il raccoglimento dell'inverno, la freschezza della primavera. Si organizzano incontri di ogni genere:
il Forte di Vinadio si apre come uno scrigno a manifestazioni di grande fascino; l'Ecomuseo della pastorizia ed il Centro di documentazione di Sambuco propongono mostre e manifestazioni; Sant'Anna di Vinadio, il santuario più alto d'Europa, vale da sola una vacanza e le terme a Bagni nella dolcezza di un anfiteatro alpino che è un unicum nelle Alpi Occidentali; a Bersezio, la seggiovia porta in quota anche durante l'estate e, poi, un'escursione ai laghi di Roburent o ai laghetti di Vens diventa un'esperienza di grande, irraccontabile emozione.

Vuoi ancora altro? ... vieni e, forse, lo troverai ...".

Livio Quaranta

NEWS

TURISMO

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini statistici, pubblicitari e operativi, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’ uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy. Per saperne di più e per impostare le tue preferenze vai alla sezione: Privacy Policy

×